next privious
  • L’energia fotovoltaica è rinnovabile,naturale, inesauribile, priva di emissioni nocive per la salute

  • Gli incentivi statali per gli Impianti Fotovoltaici sono tra i più alti d’Europa. Nei prossimi anni saranno gradualmente decurtati. Prima realizzi il tuo impianto, più guadagni.

  • I Pannelli Fotovoltaici possono essere installati su qualunque spazio inutilizzato: tetto, terrazzo, tettoia, terreno agricolo anche non pianeggiante.

  • L’installazione di Pannelli Fotovoltaici è semplice e richiede pochi lavori. La manutenzione è minima. Il sole lavora per te

  • Il fotovoltaico è un ottimo investimento. Gli incentivi sono garantiti per 20 anni e la vita utile degli impianti fotovoltaici è di oltre 25 anni. Il tasso di rendimento previsto è elevato e per tutta la durata dell’impianto non paghi la bolletta della corrente elettrica!

  • Puoi fare l’impianto fotovoltaico senza investire denaro. Quasi tutti gli istituti di credito finanziano il fotovoltaico. L’impianto fotovoltaico si ripaga da solo con l’incentivo statale.

  • Se il tetto del tuo capannone è in eternit, sostituiscilo con i pannelli fotovoltaici, l’incentivo statale è ancora più vantaggioso !

Impianti fotovoltaici: in vent'anni produzione aumentata di 500 volte

Da uno studio della  commissione europea risulta che il settore del fotovoltaico risulta  come uno dei comparti a più rapida crescita a livello globale


 

 

La produzione di moduli fotovoltaici è più che raddoppiata nel 2010 rispetto all’anno precedente, raggiungendo un volume di 23,5 GW in tutto il mondo: si tratta di un incremento di 500 volte rispetto al 1900 quando la produzione globale ammontava a 46 MW. Un dato che da solo rappresenta l’evoluzione del settore e lo caratterizza come uno dei comparti a più rapida crescita. Su questi numeri pone l’accento la decima edizione del ‘PV Status Report’ del Joint Reserach Centre della Commissione europea, per sottolineare il ruolo chiave del fotovoltaico nel passaggio a un sistema energetico ‘carbon free’, ma anche nel panorama economico mondiale per la sua funzione di antidoto alla crisi. 

L’industria fotovoltaica si è sviluppata molto rapidamente spostando negli ultimi anni il suo baricentro in Asia. La più rapida crescita nella produzione annuale negli ultimi cinque anni può essere infatti osservata proprio nel continente asiatico, con la Cina e Taiwan che rappresentano ormai da sole il 60% della produzione mondiale. La Cina, in particolare, è oggi il maggiore produttore di celle e moduli fotovoltaici al mondo, seguita da Taiwan, dalla Germania e dal Giappone. Non a caso, come sottolinea il 'Pv Status Report, tra le più grandi industrie mondiali di produzione di celle e moduli fotovoltaici, solo quattro grandi imprese hanno stabilimenti in Europa, di cui tre sono in Germania: l’americana First Solar (che ha sedi negli Usa, Germania, Malesia, Vietnam), la Q-Cells (in Germania e in Malesia), e la Solarword (in Germania e negli Usa), e la Rec (in Norvegia e Singapore). L’Unione europea mantiene tuttavia il primato della capacità cumulativa installata di oltre 29 GW alla fine del 2010 che erogava il 70% dell’energia elettrica prodotta dal fotovoltaico in tutto il mondo.

Nel frattempo, anche il prezzo dei moduli fotovoltaici è calato drasticamente: un processo che ha subito un'accelerazione negli ultimi tre anni fino a un calo del 50%. Parallelamente si è assistito a una crescita dell’innovazione tecnologica, con celle fotovoltaiche sempre più efficienti e più affidabili. Un trend destinato a continuare grazie agli investimenti nelle tecnologie fotovoltaiche che, secondo lo studio, potrebbero raddoppiare passando da 35-40 miliardi di euro nel 2010 a oltre 70 miliardi di euro nel 2015, mentre i prezzi per i consumatori continueranno a scendere. 

 

Provenienza articolo:  www.zeroemission.eu 

Indietro